Home / Cronaca / Monica Bellucci, premio Virna Lisi: rabbia e riscatto per le molestie alle donne

Monica Bellucci, premio Virna Lisi: rabbia e riscatto per le molestie alle donne

Ieri, 7 novembre, è stato consegnato il premio Virna Lisi a Monica Bellucci. Nonostante le accuse fatte dalla soubrette Miriana Trevisan al noto regista Giuseppe Tornatore, è stato proprio lui ad assegnare il riconoscimento all’attrice.

Monica Bellucci

L’opinione di Monica Bellucci

La Bellucci, intervistata a seguito della premiazione, ha colto l’occasione per esprimere il suo pensiero sul boom di dichiarazioni di violenza sessuale e molestie che, a partire da Hollywood, si è scatenato nelle scorse settimane. Sobria ed equilibrata è riuscita a fare osservazioni forti e al contempo lucide e razionali spiegando che purtroppo le donne sono da sempre vittima di una disparità che, purtroppo inizia a risolversi solo ora. “Le donne finalmente stanno scoppiando, è normale perché la nostra rabbia è atavica e sta uscendo come la lava di un vulcano. Le donne sentono il bisogno di denunciare perché sono stanche di subire” dice l’attrice, aggiungendo parole di comprensione per chi ha deciso di denunciare gli abusi dopo molti anni.

Le accuse a Tornatore

Riguardo alle accuse di molestia che vedono protagonista Giuseppe Tornatore, già difeso da altre attrici come Margherita Buy, Claudia Gerini e Laura Chiatti, Monica Bellucci dichiara di aver sempre avuto un ottimo rapporto di amicizia con il regista e di essere stupita dalle accuse della Trevisan. Più in generale spiega che “c’è differenza tra avances e molestie” e che a volte “le dichiarazioni possono uscire in maniera non corretta, affrettata, perché quando scoppi si può scoppiare male”.

About S.C.

Check Also

Follia Black Friday - Milioni di Euro in Tecnologia e Vestiti.

Follia Black Friday – Milioni di Euro in Tecnologia e Vestiti.

Oggi, venerdì 24 novembre, è il celebre Black Friday. Grazie a questa usanza di origine americana, che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *